Bioarchitettura


architetto alessandro barciulliL'importanza della casa ecologica


Ogni progetto tiene conto del benessere psico-fisico dei futuri abitanti; personalmente, sin dagli studi universitari, questo riferimento è stato alla base di ogni tipo di approccio progettuale, tanto che, allora, scaturì nella mia tesi di laurea; successivamente, non solo si è consolidata questa convinzione, ma è diventata l’obiettivo primario della progettazione di tutti gli edifici e le ristrutturazioni che ho affrontato e realizzato sino ad oggi.  


La bioarchitettura si basa sulla sostenibilità dell’intervento edilizio, sull’equilibrio tra edificato e ambiente, sull’integrazione dell’edificio nel territorio; avere rispetto dell’ambiente, che è costretto ad accogliere i nostri edifici, significa indirizzare l’uomo verso  quel  sistema di vita saggio e naturale che gli permetterà di  soddisfare le proprie esigenze fisiche, biologiche ed anche spirituali.

architetto alessandro barciulli

Coniugarne sapientemente strutture, materiali, colori e funzioni, arrivando ad ottenere un’armoniosa interazione tra uomo ed ambiente; interscambiare l’interno con l’esterno delle abitazioni, ricercare condizioni salubri ed igieniche utilizzando materiali tradizionali e adeguate tecnologie moderne, determinare una buona traspirazione della casa: tutto ciò, per noi, significa bioarchitettura.

Non solo efficienza energetica!  Molte abitazioni moderne sono diventate degli involucri chiusi, senza possibilità di contatto con l’esterno, il cui unico traguardo è quello di rientrare nei minimi stabiliti dalle normative.  



Certo, potranno avere delle case con una buona classificazione riportata nell'ormai necessario Attestato di Certificazione Energetica, ma avranno delle abitazioni decisamente malsane. 


La qualità della vita si misura anche con la naturalità dell'abitare.  La qualità di una abitazione si misura anche con l'attenzione del progetto verso tecniche e materiali naturali che permettano alla casa di poter respirare. 


All'interno di una abitazione odierna, il gran numero di elettrodomestici, le emanazioni da sostanze plastiche, vernici ed altri materiali, le finestre e le porte ermeticamente chiuse, certi materiali isolanti, gli strati impermeabili, gli arredi con vernici e collanti sintetici, tutto ciò e chissà quanto altro, avvolgono la casa e gli impediscono di respirare; ma attenzione,  se è la casa a non respirare verso l'esterno, saranno quegli abitanti a respirarne le emissioni interne. 


Ecco l’importanza dell’attività progettuale, oggi fortemente influenzata, in ambito architettonico, strutturale e impiantistico, dalle nuove normative e dalla sempre maggiore disponibilità di soluzioni tecniche, di materiali innovativi ed impianti aggiornati.
Il progetto sarà sempre più articolato, tendendo a valorizzare il rapporto primario tra struttura e immagine dell’involucro edilizio; successivamente tenderà ad armonizzare ed associare i giusti materiali con i subsistemi, evidenziando le prestazioni di sicurezza strutturale, termoacustica, antincendio e confort abitativo.  

Tutto il processo edilizio, non si dovrà, comunque, ridurre al semplice ottenimento di confort e sicurezza, ma strategicamente sarà orientato al miglioramento delle prestazioni, della durabilità e del risparmio energetico.   

Il compito dell'Architetto è quello di creare luoghi significativi per aiutare l'uomo ad abitare (Christian Norberg-Schulz).

Non essendo possibile esaurire un aspetto così importante della qualità progettuale, come quello della bioarchitettura, in una sola pagina, vi invitiamo a contattarci e saremo felici se vorrete porci domande per ottenere informazioni e per saperne di più.

Nessun commento: